Sito Ufficiale Forte Mondascia


Vai ai contenuti

Info

Ass. FOR.TI

INFO

COMUNICATO STAMPA

ASSEMBLEA 11 MARZO 2016
RELAZIONE PRESIDENTE ANNO SOCIALE 2015
Ben trovati a tutti.

La chiusura del bilancio annuale con l'assemblea generale è sempre un momento di valutazione delle attività svolte, di quelle non svolte, degli anni passati, di quello che avremo voluto fare e di quello che abbiamo potuto fare. E' un momento di confronto che ci mette a nudo e che vuole mostrare agli altri, nel nostro caso ai soci, il nostro operato e perché no, nella nostra semplicità, anche le difficoltà incontrate.
Permettetemi di sottolineare l'ideale che ci siamo posti con l'inizio del mio mandato:

Il primo obiettivo, guidare l'associazione a una gestione solida.
L'abbiamo non solo raggiunto ma anche oltrepassato, in quanto ogni anno l'Associazione ha consolidato il patrimonio collezionistico e immobiliare.
Mi spiego meglio, credo che questo sia dovuto alla buona amministrazione, ad una semplice e minuziosa attenzione alle spese, ai risparmi sulla ristorazione, sulla logistica, ma anche alla ricerca di fondi con una attività dinamica di manifestazioni e incontri per il pubblico.

Ogni attività creata, dalle conferenze, ai carri, alla cucine e alla buvette, alla ricerca di sponsor ha prodotto una entrata che ha compensato la diminuzione delle visite.
Abbiamo anche fatto una politica eccezionale e mirata di acquisti in veicoli e costruzioni, sebbene costosa ma ben valutata e oggi possiamo affermare che il patrimonio della Associazione è notevole e ciò che conta dal 2016 non abbiamo più debiti. Tutto è stato pagato.
Possiamo essere fieri e orgogliosi di questo successo.


Il secondo obiettivo, dare visibilità al nostro Museo nel territorio.


Ossia la visibilità nel nostro paese è stata data e l'intenzione è anche quella di mantenerla attraverso la proposta di nuovi eventi al museo e con l'aiuto dei media. Proporre al visitatore la visita al museo, le conferenze, la ristorazione, i carri, ci permette di essere attrattivi e rallentare la diminuzione di visite singole e di gruppi che sono oramai assuefatti alla nostra entità. Il bacino turistico ticinese non è enorme.
Eventi particolari come il Military Show e altri in preparazione ci permettono di dare, oltre alla promozione della cultura storica, una bella immagine della nostra organizzazione.

Il terzo obiettivo: fare cultura.


Sono del parere che non possiamo tradire le nostre origini, pertanto vorremo poter spiegare a tutti che cos'è la nostra storia e quindi cerchiamo di comunicare con il pubblico con:
Visite a opere che rievocano il passato:
Momenti di "cultura "con le conferenze storiche e tecniche. E su questo non siamo secondi a nessuno.


Detto questo passiamo ad altro.

Forse siamo diventati troppo grandi e non tutti ci apprezzano, anzi penso che esista una certa invidia nei nostri confronti.
Ci hanno descritti improvvisatori, incompetenti, ignoranti di storia militare. La domanda che mi sono fatto e rimando a voi: questi personaggi, piccoli o grandi, sarebbero stati capaci di fare quello che abbiamo fatto noi?? Costruire dal nulla, cadere a terra dopo una disastrosa alluvione, rialzarci, ricostruire meglio di prima e diventare quello che siamo oggi? Personalmente non lo credo e quindi non risponderemo alle provocazioni considerando queste persone uno zero assoluto.

A luglio 2015 abbiamo avuto un problema con la pubblicazione su di quotidiano di un articolo scritto da un giornalista di Biasca su un gruppo di Naziskin. Giovani estremisti di cultura nazista. Ci siamo subito dissociati da queste persone.
Dopo un grande e complicato iter di ricorsi e controricorsi finalmente è arrivata l'autorizzazione per la costruzione del grande terrapieno che ci permetterà di avere disponibili oltre mille metri quadri e una nuova strada di accesso da nord. I lavori, già iniziati a fine anno, sono a costo zero.


Per ritornare a noi: Con la fine del 2015 sono arrivato al decimo anno del mio mandato ed è per me un piacere ringraziare quanti mi hanno sostenuto. Dieci anni a cui devo aggiungere quelli con il GEL sono tanti e pochi nel medesimo tempo.
Mi viene da sottolineare come nel nostro paese ci siano ancora delle persone che credono nell'appartenenza ad una associazione che ha lo scopo di promuovere il proprio territorio, la propria cultura storica e le proprie origini.
Vorrei quindi anche ringraziare i membri attivi, amici e amiche, che sono stati sempre presenti nei momenti di lavoro belli e meno belli, grazie allo spirito di gruppo e di condivisione per mantenere viva e vivace la nostra Associazione. (.)
Il cambiamento è una legge della vita e coloro che si ostinano a guardare sempre e solo il passato e si concentrano unicamente sul presente, possono essere sicuri che si perderanno il futuro.
Vi ringrazio tutti, amiche Attive e Attivi con un messaggio.

"Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo".

Grazie per la vostra attenzione. Bellinzona, 11 marzo 2016


Osvaldo Grossi Presidente FOR TI





"Perchè un'Associazione per salvare i forti Ticinesi"

Dai castelli medioevali alle fortificazioni del settecento, dai baluardi di fine ottocento alle trincee e gallerie della grande guerra fino ai bunker e ai forti della seconda Guerra Mondiale, ogni segno e testimonianza del passato può rappreentare un' importante occasione di incontro con la storia e un momento di riflessione sulla follia della guerra e sulla assoluta necessità della pace.

"La montagna fortificata"
A Biasca (CH) il Museo Militare di Forte Mondascia è stato inaugurato nel 1999 grazie al duro lavoro di volontari dell'Associazione GEL e in seguito da FOR TI (Ass. Opere Fortificate del cantone Ticino. FOR TI). Lo smantellamento delle opere militari non utilizzate da parte della Confederazione è aumentato e i gestori di Mondascia sollecitati anche dall'esterno, da autorità e amici hanno deciso di creare un ente molto rappresentativo e un valido interlocutore con il Dipartimento Militare.


Per salvare altre altre opere fortificate è quindi nata l'Associazione FOR.TI con lo scopo di creare in ambito ticinese la premessa per la conservazione delle opere interessanti da mettere a disposizione del pubblico.
La storia recente ci insegna che bisogna agire rapidamente se si vuole conservare questi "beni storici".
La nuova associazione non entra in concorrenza con quelle esistenti di scopo simile. Essa è un punto di riferimento con le autorità militari DMF, Cantonali e Comunali, Patriziati e di tutti coloro che intendono partecipare alla salvaguardia delle opere che sono declassate.
Come primo passo FOR.TI si è assunta la gestione del Museo Militare di Forte Mondascia a Biasca in attesa di ulteriori sviluppi.
Molte le attività di FOR TI come manifestazioni culturali, conferenze, raduni di veicoli militari, di gruppi storici, escursioni di visita ad altre opere, pubblicazioni.


Il presidente FOR.TI Osvaldo Grossi


ASSOCIAZIONE FOR.TI

Opere Fortificate del Cantone Ticino

Statuto giuridico e condizioni d'iscrizione

L'associazione FOR.TI Opere Fortificate del Cantone Ticino è iscritta all'Ufficio dei Registri di Biasca dal 2003 (16 dicembre 2003) ed è un gruppo apolitico e aconfessionale costituito da privati cittadini che opera sul territorio ticinese.

Lo scopo principale, come dai suoi statuti, è di acquisire e salvaguardare le opere storiche del dispositivo fortificato svizzero e di metterle a disposizione del pubblico.


I suoi membri con grande sacrificio, hanno recuperato e ristrutturato tutto il comprensorio di
Forte Mondascia, ricercato armi e oggetti con cui allestire un nuovo museo delle armi dell'Esercito Svizzero e tuttora sono in piena attività con continui ammodernamenti, nuove installazioni e l'organizzazione di visite guidate.

FOR.TI è una delle poche associazioni private in Ticino che si occupa attivamente di salvaguardare e mettere a disposizione del pubblico le opere e testimonianze storiche del nostro patrimonio fortificato regionale e cantonale che meritano di essere preservate per le generazioni future.

Il Museo ed il Forte Mondascia sono registrati nell'
Associazione FORT.CH che raggruppa tutte le migliori fortificazioni del dispositivo militare svizzero aperte al pubblico.







Torna ai contenuti | Torna al menu