Sito Ufficiale Forte Mondascia


Vai ai contenuti

LA LONA

La Storia

I FORTI DELLA "LONA"

Il complesso dello sbarramento si estende a tutta la Riviera con la costituzione di una prima linea di difesa nella regione tra Lodrino e Osogna il cui fondovalle è incassato tra pareti di roccia granitica. I lati della valle distano circa 1'300 metri, con l’ansa del fiume Ticino che la divide in due settori. Si tratta di ben 23 fortini d’artiglieria e fanteria sotto roccia o cemento armato con un armamento notevole e uno sbarramento anticarro che chiude tutta la valle.

Una seconda linea di forti d’artiglieria è creata tra Biasca e Iragna.
Da notare che la LONA considerato lo spazio in cui opera, circa 1'300 metri tra parete e parete della valle, è potenziata durante il conflitto fino a comprendere un totale di 62 armi da fortezza.Quattro cannoni da 7.5 cm a San Martino e Santa Pietà, 8 cannoni da 12 cm a Mondascia e Mairano e innumerevoli cannoni anticarro, mitragliatrici 11 e mitragliatrici leggere, senza contare l'artiglieria mobile che comprendeva anch'essa otto pezzi da 12 cm e 4 da 7.5 cm.Interessante anche sapere che nel dispositivo di battaglia del 1941 i cannoni mobili da 12 cm sono in posizione tra Preonzo e Scubiago (Claro) cioè davanti alla linea di difesa.

Un armamento di tutto rispetto a difesa di un asse di penetrazione importantissimo.
Oggi i forti della LONA, declassati con la riforma dell’esercito 1995, smantellati dell’armamento, sono visitabili solo all’esterno, salvo il Forte Mondascia che si è riusciti a preservarlo grazio al GEL.
Interessante è ancora lo sbarramento anticarro con i blocchi di cemento che sono ancora visibili, ma integrati nel paese di Lodrino.

Purtroppo i forti sono stati vuotati dei loro armamenti e installazioni e si presentano come caverne che per misure di sicurezza non possono essere aperte al pubblico senza particolari disposizioni.
Interessanti le posizioni dei forti di S. Martino a Lodrino, alla chiesa di S. Pietà di Osogna ,armati con due cannoni da 7,5 cm., dalla quale si ha un panorama eccezionale su tutta la Valle Riviera.

Notevoli i forti d’artiglieria d’Iragna e il bunker con un pezzo anticarro, al campo sportivo di Lodrino.




Torna ai contenuti | Torna al menu